ARTISTI ROMAGNOLI – Z

FEDERICO ZANZI

Faenza, 1978

Diplomatosi all'Istituto d'Arte per la Ceramica di Faenza nel 1985, Matteo Bosi intraprende un percorso artistico caratterizzato da una continua sperimentazione che lo porta ad utilizzare molteplici strumenti espressivi: dal disegno alla pittura, dalla fotografia analogica alle tecniche digitali...

CARLO ZAULI

Faenza, 1926 - 2002

La terra è stata il mezzo artistico privilegiato di Carlo Zauli e alla terra – tra escrescenze, rotture, frantumazioni, deformazioni e tentativi di razionalizzazione – le sue opere fanno riferimento. Tra seduzioni del disordine e aspirazioni a un ordine astratto-geometrico, Zauli persegue un ideale di forma compiuta, quasi classica. L’artista si è fatto spesso riprendere fotograficamente su campi appena arati quasi a volere sottolineare l’inscindibilità del rapporto tra forma e natura nella sua opera.

UMBERTO ZIMELLI

Forlì, 1898 - Milano, 1972

Noto soprattutto come ceramista, Umberto Zimelli è stato un artista politecnico: pittore, scenografo, cartellonista e illustratore. Nel 1972 viene nominato Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica e nel 1999 la città di Forlì gli dedica una mostra antologica postuma.

ALFREDO ZOLI

Forlì, 1880 - Milano, 1965

Se, come pittore, Zoli risente ancora dell'eredità ottocentesca, in campo fotografico è, in qualche modo, un innovatore, pur nel suo rifarsi agli esempi del movimento pittorialista. Ritrae i suoi soggetti in pose e in atteggiamenti spontanei e tratta i negativi in modo da conferire al ritratto finale l'aspetto di una acquaforte, di un carboncino o di un dipinto a olio.