ISIDORO BARILARI

/, B/ISIDORO BARILARI

ISIDORO BARILARI

(Rimini 1897- 1964)

Isidoro Barilari è stato allievo del pittore livornese Silvio Bicchi Senior all’Accademia di Belle arti di Firenze. Dopo aver lavorato in diverse città italiane con il Bicchi, all’inizio degli anni venti si installò stabilmente a Milano, dove ben presto si mise in luce come pittore di paesaggi e come scenografo. Ottenne grandi successi con alcune scenografie al teatro alla Scala, e sempre nel capoluogo lombardo espose in diverse personali partecipò alle maggiori mostre d’arte italiane. Dal 1936 al 1945 fu in Etiopia, sempre con il Bicchi, impegnato in imprese di decorazione. Nel dopoguerra ritornò a Milano fino al 1961, quando si trasferì definitivamente a Rimini.

Il periodo più felice della sua produzione coincide con gli anni milanesi, anni Venti e Trenta, in cui il Barilari si dedica a una produzione di dipinti naturalistici con soggetti che spaziano da rappresentazioni pittoresche, ritratti, paesaggi (Veduta di Rimini, 1926; Paesaggio collinare, 1928), fiori, composizione con figure, eseguiti con una tecnica brillante in cui la tempera viene mossa e ravvivata da freschissimi tocchi di pastello. Nel 1924 partecipa alla Biennale di Venezia con il dipinto La romagnola (Rimini, Museo della Città) realizzato l’anno precedente.

Doro d’Arimini è stato l’unico pittore riminese che è riuscito a farsi accettare alla Biennale di Venezia, nel 1922, con il quadro in questione.

(Marco Servadei Morgagni)

 

Bibliografia essenziale

Mostra antologica del pittore concittadino Doro d’Arimini, Rimini, Teatro comunale, 1962

 

 

News

 

2020-03-26T11:18:46+00:00marzo 5th, 2020|Artisti, B|