FELICE BARONI

/, B/FELICE BARONI

FELICE BARONI

Lugo, 1901 – 1986

Dopo avere frequentato i corsi della Scuola Comunale di Lugo diretta da Domenico Visani, Felice Baroni si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Qui segue i corsi di “disegno e figura” di Augusto Majani, frequenta anche i corsi di Architettura e consegue l’abilitazione all’insegnamento delle materie artistiche. Si perfeziona, inoltre, nelle tecniche incisorie, in particolare nell’uso dell’acquaforte.
Rientrato a Lugo si dedica alla progettazione architettonica.
Nel 1933 realizza una serie di studi per i monumenti a Francesco Baracca a Lugo e al Montello.
Durante e dopo il periodo bellico, ottiene dalla Soprintendenza ai Monumenti di Ravenna l’incarico di svolgere un rilevamento sullo stato dei principali edifici storici in ambito ravennate e sui danni loro procurati dai bombardamenti.
Come pittore opera appartato e solo saltuariamente partecipa a rassegna e concorsi d’arte. Espone per la prima volta assieme ad altri artisti lughesi quali Giulio Avveduti, Gino Croari, Giacomo Vespignani, Anto e Virgilio Ricci. Nel 1947 allestisce la sua prima mostra personale a Ravenna. Nel 1951 Francesco Balilla Pratella gli dedica un articolo sulla rivista “La Pie’”. A questa data va probabilmente fatto risalire il ritratto, ora conservato alla Scuola di Musica Malerbi di Lugo, del musicista internazionalmente famoso come padre, assieme a Luigi Russolo, della musica futurista. Tra le altre occasioni espositive si segnalano: La “V Esposizione Nazionale d’Arte Contemporanea” di Ravenna del 1949; la “II Mostra Biennale Nazionale del disegno e dell’incisione contemporanea” di Forlì del 1954; il “Premio Terni” del 1955 e il “Premio Città di Livorno” del 1961. Inizialmente influenzato dall’ambiente artistico bolognese di Alfredo Protti e di Giovanni Romagnoli e attento alla lezione dell’Impressionismo francese, Baroni opera con coerenza e continuità sul solco della tradizione naturalistica ottocentesca.
Nel 2003, il Comune di Lugo gli dedica una mostra retrospettiva alle Pescherie della Rocca estense e a Casa Rossini, a cura di O. Piraccini e D. Serafini.

(F.B.)

Bibliografia essenziale

Mario Felice Baroni (1901-1986),
a cura di S.Babini,
Imola 1988;

Dipingere con arte: Felice Baroni (Lugo 1901-1996),
a cura di O.Piraccini e D.Serafini,
Faenza 2003.

Fondi

Opere: Pinacoteca Civica, Lugo

News

 

2019-05-23T16:54:17+00:00agosto 6th, 2015|Artisti, B|