P

PAGNANI ROBERTO

2021-05-04T12:05:06+00:00maggio 3rd, 2021|Artisti, P|

Bologna. 1970

Poeta delle immagini e delle emozioni evanescenti, Pagnani ha saputo coniugare il mondo informale in cui è cresciuto e vissuto con una originale struttura pittorica in cui i dati oggettivi di riferimento vengono riassunti in forme evocative veloci ma meditate che sembrano trattenere per un attimo sensazioni e pulsioni vitali sempre in via di mutazione.

PIPANI MAURO

2021-05-04T12:06:56+00:00febbraio 25th, 2021|Artisti, P|

Cesenatico, 1953

“Gli spazi che egli si dà non sono certo quelli della blankness algida del concettuale, di una castità intellettuale posta in premessa e ottenuta per sottrazione, ché anzi egli accumula, contamina, stratifica, frammenta, arbitrariamente connette, usando pellicole e inchiostri, carte diverse per sostanza e smalti, pigmenti e polveri metalliche, legno e sale, alluminio, resine, e, naturalmente, grafite: che è l'anima e la pulsazione prima della sua pratica, infine essenziale, del segno.

PILO’ MAURIZIO

2021-05-04T13:25:25+00:00febbraio 25th, 2021|Artisti, P|

(Faenza, 1957) Maurizio Pilo' ha frequentato il Liceo Artistico di Ravenna e l'Accademia di Belle Arti della stessa città dove si è laureato con una tesi dal titolo “Segno naturale, segno artificiale”. Luca Donelli ha ravvisato nelle opere di Pilò: “un buon uso delle tecniche miste (fotografia, acrilici, matite, lucidi) spesso sovrapposte (...) per arrivare alla creazione di un quadro con un tema paesaggistico o comunque naturale. Pilò manifesta una profonda conoscenza della natura, conosce bene la terra, gli alberi, le foglie,le nebbie della pianura, riuscendo a rappresentarceli anche con pochi strumenti, con la leggerezza di chi li vive con curiosa passione. Quella di Pilò è una natura malata, in declino ma l'artista la guarda dall'alto, attraversandola con la leggerezza che gli consente di non toccarla ma solo di osservarla, e forse di trovare una soluzione al decadimento con le armi di sempre: la bellezza”.

PASQUINI LUIGI

2021-01-22T11:03:01+00:00luglio 7th, 2020|Artisti, P|

Rimini 1897 - Rimini 1977

Lodevole artista e vivace intellettuale, fu un importante punto di riferimento per il clima culturale locale. I suoi scritti sull’arte e gli artisti da lui apprezzati e sostenuti testimoniano una decisa opposizione ad ogni forma di modernità introdotta nelle arti figurative del tempo, in un atteggiamento di elegante nostalgia per le “belle arti”. Il suo lavoro di letterato, giornalista e pittore ha quale comune denominatore la Romagna, raccontata e dipinta con umana genuinità, luminosa vitalità e talvolta con malinconica dolcezza.

PAZZINI EDOARDO

2021-01-22T11:03:11+00:00giugno 18th, 2020|Artisti, P|

Rimini, 1897 - 1967

Edoardo Pazzini si forma all’Accademia di Belle Arti di Roma, diplomandosi maestro di disegno nel 1917, ma l’influenza e gli insegnamenti maggiori li riceve dallo zio Norberto Pazzini (1856-1936) – noto artista allievo dell’altrettanto lodevole Nino Costa, esponente di punta della pittura romana dell’Ottocento e apprezzato paesista che ha contribuito a diffondere le idee naturalistiche  tra i membri della scuola dei macchiaioli – accanto al quale lavora per diverso tempo. Dopo la guerra, in cui combatte tra il 1917 e il 1918, inizia ad insegnare disegno in numerose scuole: prima ad Ivrea, poi a Forlì, San Marino, Verucchio, e infine a Rimini.