SILVIO GORDINI

/, G/SILVIO GORDINI

SILVIO GORDINI

(Russi 1849 – Bologna 1937)

Di modeste origini, il padre è imbianchino e decoratore, Silvio Gordini frequenta l’Istituto Superiore di Pittura a Ravenna nel 1868 e l’anno successivo si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Bologna, dove frequenterà anche la scuola del nudo, potendo contare negli anni sui contributi del Comune di Russi. In questi anni disegna, esegue acquarelli e pitture a olio. Nel 1883 realizza una delle sue opere decorative più note, quella della cupola del Santuario della Madonna della Suasia a Civitella di Romagna. Vinto il concorso, nel 1884, per il posto di professore di Plastica all’Istituto Alberghetti di Imola che manterrà fino al 1892, tra il 1885 e il 1886 esegue le decorazioni del Teatro Comunale di Russi. Nel 1887 viene nominato docente di Ornato per un biennio all’Accademia di Belle Arti di Bologna e ottiene la cattedra nel 1889. Membro della Società Francesco Francia e ormai inserito nell’ambiente bolognese, nel 1909 viene nominato Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, incarico che manterrà fino al 1917.

Vocato all’insegnamento, Gordini svolse una attività artistica che, nei grandi apparati decorativi (Teatro Golfarelli di Civitella, Palazzo della Musica dell’Esposizione Emiliana del 1888 a Bologna, Villa Benni a Bologna), risente pesantemente di un inattuale retaggio tardo barocco ma che nelle piccole opere ad olio ha momenti di riscatto tra verismo e intima partecipazione emozionale. Infatti, come ha scritto di lui Maria Rita Bentini: “L’artista non partecipa ad alcuna delle imprese decorative rubbianesche, né a quelle legate a Aemilia ars (si pensi alla sala bolognese all’Esposizione di Arti Decorative di Torino del 1902 o alla sala emiliana alla Biennale veneziana del 1903), membro istituzionale di un’Accademia che in questo tempo continua a professare come propria vocazione la distanza dalle novità”.

Comunque, non sono rari, nella sua produzione, momenti più sinceri e personali quali i cicli dedicati ai fiori, agli alberi e ai boschi.

(f.b.)

 

 

Bibliografia essenziale

Valentina Andreucci, Silvio Gordini 1849 – 1937. Tra arte e insegnamento, con un testo di M.R.Bentini, Faenza, 2012

 

Fondi

Russi, collezioni private

 

 

News

 

2021-02-19T10:26:50+00:00febbraio 19th, 2021|Artisti, G|